Tipologia : Borghi
Accessibile in macchina

Fu certamente abitato in epoca etrusca, ma noto col nome di Mons Politianus solo dal 715, si può dire che la sua organizzazione cittadina si affermi in maniera definitiva non prima della seconda metà del XIII secolo, in corrispondenza delle trasformazioni territoriali dovute all'impaludamento della Valdichiana e al relativo spostarsi verso occidente delle comunicazioni: il nucleo primario di Montepulciano si attesta proprio sul nuovo asse viario per la Val d' Orcia e Siena. Questa prima fase dell' impianto cittadino può essere riconosciuta nella parte della città articolata essenzialmente attorno al poli emergente della Rocca.

Partendo dalla parte bassa della città, all'esterno delle mura, si trovano la Chiesa di Sant'Agnese con portale gotico originale (XIV) e facciata a balzana del Viviani (1926), la Fortezza medicea del Sangallo e la trecentesca porta di Gracciano ristrutturata dallo stesso Sangallo agli inizi del ‘500. Poco più avanti, a sinistra della Colonna del Marzocco, in Piazza Savonarola si trova la chiesetta di San Bernardo (XVIII sec.) dell'architetto Andrea Pozzo. Sul lato destro della strada vi è il tardo-rinascimentale Palazzo Avignonesi eretto su disegno attribuito al Vignola.

Seguono altri palazzi rinascimentali fino ad arrivare al Palazzo Bucelli,di impianto medievale, restaurato nel Settecento, nel cui basamento sono murate numerose urne cinerarie e varie pietre e iscrizioni etrusche e latine. Si giunge poi alla chiesa di S. Agostino con la bella facciata in travertino realizzata anche dal Michelozzo. Nella stessa piazza si nota la Torre di Pulcinella (circa XVI sec.) con la caratteristica maschera che batte le ore. Continuando a salire troviamo le Logge del Grano o del Mercato, del Vignola, poi il Palazzo Cervini di Giuliano da Sangallo, con un’insolita pianta ad U ed il cortile esterno. Si arriva poi ai Palazzo Egidi ed alla Chiesa del Gesù, con facciata grezza, elegante opera di barocco italiano di Andrea Pozzo.

Segue il tratto rettilineo di Via dell'Opio e la Via del Poliziano con la trecentesca casa del Poeta, seguita da alcuni palazzi del XVII secolo. Alla fine del viale alberato troviamo la Chiesa di Santa Maria dei Servi (XIV sec.) con facciata gotico-toscana ed un artistico portale. L’interno, rifatto su disegno di Andrea Pozzo, conserva un prezioso dipinto su tavola (Madonna della Santoreggia) di scuola senese del XIV sec.. Subito dopo la chiesa si aprono due vie : quella a sinistra è la via di Collazzi, dalla quale si scopre, in basso, lo stupendo Tempio di S. Biagio; la strada di destra è la Via di San Donato, che costeggia la Fortezza (castello Politiano attestato già nell’VIII sec.) salendo verso Piazza Grande, il centro monumentale della città. Il primo edificio che colpisce la nostra attenzione nella piazza è sicuramente il Palazzo Comunale:a sua costruzione, iniziata nella seconda metà del 1300, si protrasse sino alla metà del 1400; la ristrutturazione e il disegno finale sono di Michelozzo. All'interno, attraverso il portale, si apre un cortile con due belle logge affrontate ad archi leggermente ribassati. 

Le altre costruzioni della piazza sono: di fonte al Pozzo dei Grifi e dei Leoni il Palazzo del Capitano del Popolo, uno degli esempi di arte gotica rimasti a Montepulciano; subito dopo, il Palazzo Nobili- Tarugi di Antonio da Sangallo il Vecchio con la sua loggia in travertino; di fronte al municipio, il Palazzo del Monte Contucci sempre del Sangallo; infine il Duomo, rifatto tra il XVI e il XVII sec. al cui interno si trovano tra el altre cose  il trittico del senese Taddeo di Bartolo e un fonte battesimale del ‘300

Proseguendo per Via Ricci dove, subito a destra, si trova il Palazzo Neri-Orselli,sede del Museo Civico e della pinacoteca, in puro stile gotico-senese; di fronte palazzo Ricci di Baldassarre Peruzzi. Alla fine di Via Ricci incontriamo la Chiesa di San Francesco con un bel portale gotico; dalla piazzetta antistante si gode un bellissimo panorama. Da qui proseguiamo per via del Poggiolo e troviamo, in fondo a sinistra, la Chiesa di Santa Lucia, in stile Barocco seicentesco.

 

Informazioni e contatti:

Museo Civico e pinacoteca Crociani tel. 0578717300

Itinerario " Dalla valle dell'Orcia a Montepulciano"