Tipologia : Fortificazioni
Accessibile in macchina

La fase più antica del Castello Malaspina di Massa consiste in una fortificazione sovrastante l’abitato di Massa databile all’XI secolo: si si tratta di un mastio (alta torre recintata), con la funzione principale di vigilare sulla pianura sottostante e sulla via pedemontana.
La torre, dopo essere stata l'unica struttura abitativa per alcuni secoli, rimase in piedi anche quando il castello si ampliò notevolmente, diventando un piccolo fortilizio grazie alla costruzione di una cortina merlata con le tre torri ed il ponte levatoio.
A partire dall’epoca rinascimentale la rocca è stata ampliata da Giacomo Malaspina e discendenti, irrobustendo la cinta muraria e iniziando a fabbricare le prime costruzioni di quello che poi sarebbe stato l’odierno “Palazzo Malaspina” con la caratteristica forma a L (XV secolo).
I secoli successivi (tra il XV e il XVII secolo), oltre all’ampliamento del palazzo, hanno visto il modificarsi delle strutture difensive per far fronte all’avvento dell’uso delle armi da fuoco.
Il castello Malaspina di Massa, oltre ad essere uno dei più vasti complessi fortificati Toscani può essere considerato un museo a cielo aperto delle varie fasi di sviluppo dell'architettura fortificata.


Informazioni e contatti:

tel. 0585 44774
e-mail: info@istitutovalorizzazionecastelli.it

www.istitutovalorizzazionecastelli.it

Itinerario "Da Massa al Monte Sumbra"