Tipologia : Beni Paesaggistici
Accessibile a piedi

Rappresenta la parte naturalistica più interessante dell'omonimo lago, zona residua al confine tra Toscana e Umbria di una delle più importanti aree umide dell’Italia centrale. Perfetto esempio di zona umida interna, il lago di Montepulciano ha conservato intatto il suo valore naturalistico: acque aperte e basse, folti canneti inframmezzati da giunchi, boschetti di salici, prati umidi ricoperti di felci e orchidee. Tra le specie più diffuse la canna palustre, il giglio di palude con una fioritura dorata da aprile a luglio e le lenticchie d'acqua che formano sulle acque veri e propri tappeti verde smeraldo.

Ma la vera ricchezza  è rappresentata dagli uccelli, numerosi in ogni stagione dell'anno. Lungo le rive è possibile osservare il grande airone cenerino, la candida garzetta, la sgarza ciuffetto dal carattere schivo e il maestoso airone bianco maggiore, mentre nel folto del canneto nidificano l'airone rosso, il tarabuso ed il tarabusino.

Al largo, decine di topini, rondini e balestrucci si inseguono a volo radente, a caccia di insetti, mentre la vegetazione ripariale ospita la cannaiola, la salciaiola ed il più grande cannareccione. Nei chiari più tranquilli si riproduce la rarissima moretta tabaccata, anatra tuffatrice minacciata di estinzione e qui protetta da un progetto LIPU. Ci sono uccelli che trascorrono all'oasi l'inverno, come le anatre provenienti dal Nordeuropa, fischioni, alzavole, canapiglie, mestoloni, moriglioni e morette.

Altri invece sono presenti tutto l'anno: tra questi lo svasso maggiore, il porciglione, la folaga, la gallinella d'acqua, il basettino, il pendolino e soprattutto il forapaglie castagnolo, specie assai elusiva che qui si riproduce regolarmente. I rapaci infine: il gufo comune che sverna nei boschetti di pioppi e il "nottumo" gufo di palude, il falco di palude che frequenta regolarmente il lago e, durante le migrazioni, il falco pescatore.

Informazioni e contatti:

Tel.      0577/241416/14

Fax      0577/45358

Email    riservenaturali@provincia.siena.it

www.riservenaturali.provincia.siena.it

Itinerario " Dalla valle dell'Orcia a Montepulciano"